Cortometraggio girato da 19enni saluzzesi

Thriller girato a Saluzzo


SALUZZO - S’intitola iFound il cortometraggio presentato in anteprima assoluta, nella serata di martedì 5 febbraio, presso l’Oratorio don Bosco. Appartiene al genere del thriller ed è stato realizzato da un gruppo di amici, tutti saluzzesi, diciannovenni, tra loro coetanei. «L’idea è nata tre anni fa da alcuni video visti su internet, che hanno creato lo spunto per la stesura del testo» spiega Gabriele Testa, studente del corso di tecnico video alla Scuola Apm, che è il regista e autore della sceneggiatura, scritta a sei mani insieme a Stefano Primo, programmatore informatico, e Lorenzo Foglio, sistemista presso l’Inail, che è anche interprete. Nel cast artistico figurano, inoltre, Giulia Basso, studentessa di lettere moderne con all’attivo esperienze di recitazione in teatro, Matteo Zicari, al primo anno di giurisprudenza, e Alberto Audisio, studente di liceo artistico. Nelle riprese, è stata coinvolta anche Erica Testa, 26 anni, studentessa di scienze dell’educazione, che ha prestato la propria immagine in alcune scene. «Il cortometraggio è stato interamente autoprodotto, senza sponsor – prosegue Testa – è mirato esclusivamente all’intrattenimento e non contiene messaggi veicolati attraverso l’uso delle immagini. La tensione è l’espediente principale della trama, utilizzata per mantenere alta l’attenzione del fruitore». Il prossimo obiettivo è ambizioso: la candidatura ai festival dei cortometraggi. In questa prospettiva, il video dovrà rimanere inedito, pertanto non verrà diffuso attraverso i canali cinematografici tradizionali.
kizi blengino
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.