Un mistero...

Tante e svariate sono le reazioni davanti a questa tragedia che si è consumata qui tra noi a Saluzzo, in una famiglia che tutti conosciamo e che abbiamo sempre stimato e cercheremo di essere ancora più vicini.
Credo che Luca, con suo fratello Marco, ci stia chiedendo in questo momento di stare vicino ai suoi genitori, alla mamma che sopravvive per la seconda volta al dolore della perdita di un figlio, ma anche al papà che, nonostante tutto, sta soffrendo per Luca e Marco, e ancora di più per il suo gesto.
Credo che siamo chiamati comunque a pregare, senza giudicare, a lasciarci coinvolgere pur mantenendo una certa distanza emotiva che ci permette di non esprimere giudizi affrettati nei confronti di un padre che ha sempre voluto bene ai suoi figli, anche a Luca. 
Solo il Signore conosce cosa c’è nel cuore dell’uomo, cosa interviene nel cuore e nella mente di un padre già provato.
Un pensiero, una carezza, tutta la mia vicinanza alla mamma che ancora non riesce a comprendere tutto ciò che è successo. Veramente un mistero questo…  un mistero di vita, di morte, di amore, di dolore che si intrecciano insieme nella vita di una famiglia…  chi potrà mai comprendere?
In questo momento di prova e di incomprensione profonda non possiamo fare altro che affidare il dolore e la sofferenza che ci portiamo dentro alle mani e al cuore di Dio misericordioso, che da sempre conosce i suoi figli.
mons. cristiano bodo
+ vescovo

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.