Allestimento minimalista per valorizzare pezzi e luogo

Castiglia, antiquari in vetrina

Saluzzo

 L’Antiquariato approda in Castiglia e lo fa con la dovuta reverenza che si riserva ad un’anziana nobildonna ancora corteggiata da tutti, per l’imperitura bellezza con cui sovrasta la città di Saluzzo ed accoglie le manifestazioni più importanti. Mercoledì 15 alle 18 si è svolta l’inaugurazione della 42° edizione della Mostra Nazionale di Antiquariato, terzo ed ultimo appuntamento di Start/ SToria e ARTe, visitabile sino a domenica 19 maggio.
La rassegna presenta un ricco percorso espositivo curato dall’antiquario Franco Brancaccio, il quale ha predisposto un allestimento minimalista capace di coniugare le valenze architettoniche del prestigioso contenitore con le preziose testimonianze dell’arte antica. Accanto ad alcune defezioni rappresentative del passato, tra i trenta antiquari presenti in mostra si annoverano alcune new entries provenienti da Salò, Mantova, Moncalvo, Arezzo e l’Aquila, ed una nutrita rappresentanza delle migliori gallerie antiquarie dell’area torinese. Queste dialogano con quattro gallerie milanesi, quattro antiquari provenienti dalla provincia di Cuneo ed i quattro storici antiquari saluzzesi: Mauro Giordanino, Antichità Brancaccio, Antichità Costa ed Antichità Alessandro Bruna.
Servizio completo sul Corriere in edicola giovedì 16 maggio.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.