Stagionali sotto il viale del foro boario

Con valigie e zaini

Saluzzo

Sotto il viale del Foro boario è ripreso il viavai di braccianti africani. Arrivano in città con valigie e zaini e dopo una tappa allo sportello Saluzzo migrante della Caritas in corso Piemonte, si ritrovano sotto il viale. 
Qualcuno ha già un contratto di lavoro in mano per raccogliere piccoli frutti, tanti continuano il pellegrinaggio in bicicletta di cascina in cascina, di azienda in azienda, per cercare un ingaggio.
Lanciano uno sguardo speranzoso alla porta chiusa del dormitorio Pas. “Chiuso, fermé, closed” c’è scritto sul cartello e l’incertezza sulla riapertura del dormitorio regna sovrana.
«Apre il 1° luglio - dice il sindaco di Saluzzo Mauro Calderoni che l’estate scorsa, coraggiosamente, ha fatto allestire 368 posti in letti a castello in una porzione di un fabbricato della ex caserma Filippi - gli stagionali sono stati avvisati con due sms in tre lingue sia in aprile che a maggio». 
Ampio servizio sul Corriere in edicola giovedì 13 giugno.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.