Era Maestro del Lavoro

L’addio ad Alberto Ambrogio

Saluzzo

Lunedì 29 luglio, nella messa esequiale in Duomo, la città ha dato l’estremo saluto ad Alberto Ambrogio, 81 anni, deceduto sabato scorso. 
Era molto conosciuto per la pluriennale attività di artigiano del mobile, iniziata come tanti saluzzesi al servizio di Amleto Bertoni. “La casa del salotto” era l’attività commerciale che aveva aperto in città e che ancora oggi molti ricordano. Come molti altri del settore, negli anni settanta aveva trasferito l’attività nella vicina Manta, dando vita alla “Ambrogio arredamenti”. Ora dove sorgeva questa attività i figli Marco e Raffaella portano avanti il punto vendita “Poltrone e sofà”.
Alberto Ambrogio, oltre alla rinomata capacità nel mondo dell’arredamento, tanto da essere insignito del titolo di “maestro del lavoro”, era un grande appassionato di montagna e di sci.
Lascia la moglie Maria Rosa, con la quale ha condiviso 55 di vita matrimoniale, i figli Marco e Raffaella, la nuora Gabriella, il genero Gianpiero, le quattro nipoti Elisa, Alessia, Carlotta e Martina, la sorella Francesca ed il fratello Giovanni. Ora riposa nella tomba di famiglia nel camposanto cittadino.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.