40 posti nella casa del cimitero, al completo da 2 settimane

Solo braccianti impiegati a Saluzzo

Saluzzo

Una pulsantiera ed un numero di cinque cifre ciascuno da ricordare a memoria: é la prima novità che gli stagionali africani ospitati in quella che era la casa del custode del cimitero di Saluzzo hanno trovato alla riapertura alcune settimane fa. Ma la novità più importante sono i nuovi servizi igienici e le docce con una batteria di lavandini che fino allo scorso anno erano esterni, in container, ed ora sono stati sistemati in un edificio realizzato ex novo e addossato al retro della casa.
La struttura, di proprietà del Comune, accoglieva inizialmente una quindicina di braccianti, poi saliti a 25. Dallo scorso anno, con la ristrutturazione del portico (finanziata dal Comune con i fondi della Legge regionale Allemano), ha una capienza di 40 posti letto e da due settimane é al completo.
Servizio completo sul Corriere in edicola giovedì 1 agosto.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.