I ribelli della musica classica

Musica classica uguale noia e sbadigli? Se questa è l’equazione a cui pensano molti ragazzi, l’avvincente, originale libro del pianista James Rhodes può far cambiare loro idea. 
In queste pagine i grandi della musica classica, nomi come Bach, Mozart, Beethoven, Chopin, Schubert, Rachmaninov, Ravel, non sono mummie o monumenti di marmo, ma prendono vita e appaiono come personaggi affascinanti o respingenti.
Con le loro manie, le loro debolezze, ma anche il loro genio e la travolgente, consumante passione per la musica. 
Non ci troviamo di fronte a sette ritratti biografici, ma a un viaggio dal Seicento al Novecento per nulla astratto, che passa attraverso le note stesse delle loro composizioni. 
L’autore, infatti, invita ad ascoltare durante la lettura una vera e propria playlist che si può trovare su Spotify e che presenta due pezzi per ognuno di questi sette giganti. 
Un libro per guardare Bach come una rockstar, per far scoprire ai ragazzi che la musica che ascoltano non esisterebbe senza la musica classica, e che anche Beyoncé, Lady Gaga ed Eminem attingono allo straordinario repertorio di questi musicisti. 

James Rhodes,
I ribelli della
musica classica. 
Una playlist
rivoluzionaria,
illustrazioni di 
Martin O’Neill, 
Gallucci Editore, 
19,90 euro.

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.