Santuario di Santa Cristina

Crollata porzione di fabbricato pericolante

Verzuolo

Ciò che era già stato presagito purtroppo è accaduto: l’edificio a lato collina del Santuario di Santa Cristina è crollato agli inizi della scorsa settimana. Il crollo pare sia stato agevolato dalle condizioni meteorologiche. 
Lo stabile in questione era la porzione del complesso del Santuario giudicata come irrecuperabile: buona parte dell’edificio infatti, era già parzialmente crollata. 
All’inizio della scorsa settimana, il nuovo crollo ha interessato la porzione di edificio posta nelle immediate vicinanze della strada sterrata adiacente, in posizione sopraelevata, isolata rispetto alle abitazioni private poco distanti dal Santuario. Il crollo non ha coinvolto la struttura centrale del complesso, ovvero la chiesa. Tanto il rammarico da parte dei parroci di Verzuolo: «C’è dispiacere, si è verificato ciò che purtroppo ci si aspettava da tempo – commenta don Marco Gallo – ora più di prima la priorità è mettere in sicurezza l’edificio di destra, che presenta molti danni all’interno e diverse crepature sulle mura esterne. Il progetto di messa in sicurezza ha già avuto l’avallo da parte della Sovrintendenza ai Beni Culturali, che già si era resa disponibile a collaborare in futuro per un progetto di rilancio del sito. Però adesso la cosa fondamentale è che l’edificio di destra, sopratutto alla luce di quello che è successo all’edificio di sinistra, rimanga in piedi e che non rappresenti un pericolo».

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.