La struttura ospiterà su tre piani fino a 36 persone: uomini soli, migranti e famiglie con bambini

La Caritas apre il condominio solidale

Saluzzo

 Nell’arco di due anni un immobile di proprietà del Seminario Sant’Agostino prima inutilizzato é stato trasformato su impulso della Caritas diocesana per accogliere fino a 36 persone con problematiche abitative: sabato mattina 22 febbraio nel cortile adiacente al seminario Sant’Agostino il vescovo Cristiano Bodo ha impartito la benedizione al primo e al secondo piano di Casa Madre Teresa che un anno e mezzo fa, era l’autunno 2018, aveva aperto al pianterreno un dormitorio maschile con 24 posti letto (12 nel periodo invernale) affidato agli operatori e volontari di Saluzzo Migrante per chi si trova in situazione di particolare fragilità.
Servizio completo sul Corriere in edicola giovedì 27 febbraio.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.