Saluzzo e Parma festeggeranno il tipografo a 280 anni dalla nascita

Anno dedicato a Bodoni

Saluzzo

Duecento ottanta anni fa nasceva in città Giovanni Battista Bodoni “tipografo dei re e re di tipografi”: era il 26 febbraio del 1740. Ora, nel segno del geniale tipografo, si stringe il rapporto tra Saluzzo e Parma in occasione della nomina a “capitale della cultura” per il capoluogo emiliano dove Bodoni morì il 30 novembre del 1813. 
Il programma sarà illustrato nel suo dettaglio il 26 marzo a Torino, nei locali della Galleria di Arte Moderna nei quali è esposta la monumentale opera (4x8 metri) della “Fiera di Saluzzo” dipinta nell’Ottocento da Carlo Pittara.
Qui infatti ci sarà la conferenza stampa di presentazione di “Start” e delle numerose manifestazioni per il programma bodoniano che si svolgeranno lungo il 2020. 
Servizio completo sul Corriere in edicola giovedì 27 febbraio.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.