Attualmente vengono lavorati più di 5.000 quintali di latte al giorno

45 nuovi assunti allo stabilimento Inalpi

Moretta

Sembra proprio un’economia da tempo di guerra.  E come in tempi di conflitti alcune aziende trasformano le loro produzioni, altre le adeguano alle necessità, così anche chi produce generi alimentari non deve smettere di produrre, anzi. 
E’ il caso della Inalpi che lavora più di 5.000 quintali di latte al giorno per produrre latte in polvere per uso industriale e professionale, burro, fettine, formaggio grattugiato e formaggini. In questi giorni sono stati assunti ben 45 nuovi addetti, per consentie non solo di mantenere la produzione ma di aumentarla per soddisfare le richieste che continuano ad arrivare. 
Aumentati anche i turni di lavoro: si sta lavorando 6 su 7 a Moretta e 7 su 7 a Peveragno, sia per consentire maggiore produzione sia per permettere il cambio e la rotazione dei dipendenti e consentire le distanze minime stabilite. 
Servizio completo sul Corriere in edicola giovedì 26 marzo

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.