Crissolo: Telecamere del Tg2 alle sorgenti del fiume Po

Ripartire dal paesaggio

 Le difficoltà di chi quassù vive tutto l’anno, di chi ha un’attività e non sa cosa gli riserverà il futuro; le incognite legate alla stagione estiva ormai alle porte, ma sulla quale incombono dubbi e incertezze.
Ma anche un territorio dove il Covid-19, per fortuna, non è arrivato; un paesaggio che si sta lentamente spogliando dell’abito invernale per indossare quello estivo; la tenacia di chi orgogliosamente aspetta che la tempesta del coronavirus sia passata per tornare ad offrire quello che ha, ovvero il Monviso dal quale sgorga il fiume più lungo d’Italia.
È quanto è stato proposto in un bel servizio trasmesso dal Tg2 delle 20.30 di domenica scorsa 10 maggio. Le telecamere sono salite a Crissolo per raccontare come si vive questa fase avanzata dell’emergenza sanitaria, immortalando però scorci molto belli nel capoluogo, a Pian della Regina e poi inerpicandosi a piedi fino alle sorgenti del fiume Po a Pian del Re, insieme a Roberta Genre, del Rifugio di Pian Regina.
L’alta Valle Po, attraverso il telegiornale serale del secondo canale Rai, è sembrata lanciare un bel segnale all’Italia: quello di un territorio che è pronto a riaprire i battenti dopo un lungo e difficile periodo, proponendo un paesaggio incontaminato che si schiude all’estate ormai vicina.
d.i.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.