:

Tra le stelle e un po’ più in là

“Nessun sogno è troppo grande da non poter essere realizzato. Ma deve essere tu il primo a crederci”. Linda Raimondo, vent’anni, studentessa di fisica all’università di Torino, aspirante astronauta, sta lavorando sodo per realizzare il suo. È nata ad Almese, un paesino della Valle di Susa, e il suo è un volto che molti ragazzi conoscono perché presenta su Rai Gulp le trasmissioni “Missione Spazio” e “Space to Ground”. Nonostante la giovanissima età, Linda ha già compiuto passi importanti, e ce ne parla nel suo libro “Tra le stelle e un po’ più in là”. Con entusiasmo e semplicità, racconta delle esperienze che ha fatto (i mesi in Florida tra uragani e alligatori, per realizzare il desiderio di visitare la NASA e la base spaziale di Cape Canaveral, il Geospace Astronaut Training in Islanda, la partecipazione a un concorso europeo con il progetto di una base su Marte), delle persone che ha conosciuto (gli astronauti Samantha Cristoforetti e Luca Parmitano, l’astrofisica Margherita Hack, che ha contattato via Skype a soli dodici anni) ma anche delle difficoltà e delle delusioni, tutte superate grazie alla sua determinazione e il suo amore per le stelle. Tutte cose che vuole trasmettere ai ragazzi come lei. 

Linda Raimondo,
Tra le stelle
e un po’ più in là,
Mondadori, 
14 euro. 
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.