:

Nera La vita dimenticata di Claudette Colvin

Se è nota a tutti la vicenda di Rosa Parks, figura centrale nella lotta per i diritti civili, pochi conoscono la “vita dimenticata” – come sottolinea il titolo del libro di Émilie Plateau – di Claudette Colvin. Anche lei cittadina nera di Montgomery, nel cuore dell’Alabama segregazionista degli anni ‘50, la quindicenne Claudette è stata forse l’innesco della battaglia che ha posto la fine alla discriminazione razziale sugli autobus in quello stato: il rifiuto da parte dell’adolescente di cedere il posto a un bianco ha anticipato lo stesso gesto compiuto qualche mese dopo da Rosa Parks. Ma il gesto di quest’ultima, donna adulta e rispettata, più “adatta” a diventare un simbolo per la comunità nera, ebbe un’eco molto maggiore e diede il via a un boicottaggio di 381 giorni. Il libro, adattamento a fumetti della biografia di Tania de Montaigne, è più che mai attuale in un momento in cui l’uccisione di George Floyd e il movimento Black Lives Matter hanno riportato all’attenzione del mondo l’urgenza della parità dei diritti civili, ed è stato scelto come Miglior libro a fumetti dal premio Andersen, il massimo riconoscimento italiano nel campo della letteratura per l’infanzia.

Émilie Plateau, Nera -
La vita dimenticata
di Claudette Colvin,
Einaudi ragazzi, 
13,90 euro. 



 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.