Torino: Al TFF il film di René Van Rooyen (Sud Africa 2020, 117', col)

Toorbos - Dream Forest

È solo di pochi giorni fa la notizia che “Toorbos” verrà presentato agli Oscar 2021, in nome del cinema sudafricano. Sicuramente una grande soddisfazione per René Van Rooyen, la terza regista donna che vede il suo film volare dal Sudafrica agli Oscar. Era dal 1989 che non succedeva. “Toorbos” è un’immersione completa nella natura, nella foresta di Knysna in Sudafrica per essere precisi. La storia narrata, a sua volta tratta dall’omonimo romanzo di Dalene Matthee, è divisa in quattro capitoli e vede come protagonista la giovane Karoliena Kapp.
Cresciuta nella foresta con la madre, non può fare a meno dei suoi alberi che per lei non sono affatto diversi da una famiglia. Questo la gente della foresta lo capisce molto bene, a differenza della gente di città che la ritiene una vita poco dignitosa, soprattutto per i bianchi. Oltre alla siccità e alla povertà, si aggiunge una sorta di missione civilizzatrice attuata dalla Commissione Carnegie e dalla chiesa locale per salvarli dalle barbarie. Se non fosse che nessuno vuole essere salvato; vorrebbero solo poter continuare a vivere nella loro casa, la foresta. Karoliena sta per essere mandata a lavorare in una fabbrica quando riceve una proposta di matrimonio che non può e in fondo non vuole, rifiutare. A chiedere la sua mano è Johannes Stander, un ragazzo cresciuto nella foresta ma che poi l’abbandona riuscendo a ottenere successo. Il suo è amore a prima vista ma anche e soprattutto un gesto nobile per dare a lei una vita migliore, o meglio più agiata. Fortemente incoraggiata dalla madre, Karoliena accetta di trasferirsi con lui in città, superando il ponte che simbolicamente divide la terra degli alberi da quella delle persone. Ma Karoliena non è una ragazza che si adatta, che si dimentica o che si arrende. Quella città non le appartiene e suona solo come una bugia ben confezionata.
In effetti non è troppo lontana dalla realtà. Nei salotti dei benestanti si parla di una Seconda grande migrazione verso le città, della gente della foresta che porta malattie e l’importanza di non mischiare le razze. Se la vita di Karoliena Kapp è fittizia, la storia della gente che rappresenta e la lotta per continuare a vivere nella loro foresta non lo sono affatto. Come anche l’importanza di trovare un’equilibro fra la mascolinità e la femminilità o ancora l’urgente necessità di riconnettersi con la natura. Chissà se un giorno riusciremo anche noi a vedere la foresta di Karoliena come un sogno ad occhi aperti.
Titolo fuori concorso al TFF38, “Toorbos” sarà disponibile a pagamento sulla piattaforma MYmovies per 48 ore a partire dalle ore 14 del 22 novembre.

Dalla nostra inviata serena rumello


 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.