Villafalletto: Appassionato vespista e fondatore dell'Acli di Termine

Muore il giorno di Natale storico allevatore di Termine


È scomparso il giorno di Natale, a soli 69 anni, lo storico allevatore villafallettese Erminio Giordanino. Da un paio di settimane era ricoverato all’ospedale Santa Croce di Cuneo. Originario di Costigliole, era conosciuto come “Bruno” ed era l’anima della frazione Termine di Villafalletto. Giordanino aveva frequentato l’istituto Camillo Olivetti di Ivrea e fino a 30 anni aveva lavorato come tecnico riparatore di macchine da scrivere e calcolatrici. Poi aveva deciso di tornare in paese per gestire, con i fratelli Remo e Walter, l’azienda agricola di famiglia nel settore dell’allevamento dei suini destinati alla produzione di prosciutti di alta qualità. Era inoltre, socio di Granda Energia 2000, un’impresa operante del settore delle energie alternative di cui fa parte anche la centrale idroelettrica costruita sul Maira a Villafalletto.
Bruno Giordanino era un grande appassionato di Vespe, è stato fondatore e presidente del Circolo Acli della frazione Termine e ha sempre partecipato attivamente alla vita della comunità. Lascia la moglie Lucia Calvo, i figli Luca e Matteo, il fratello Remo, la cognata Elda (vedova del fratello Walter) e i nipoti. La cerimonia funebre si è svolta nel pomeriggio di domenica 27 dicembre. La messa di Settima sarà celebrata sabato 2 gennaio alle 18 nella chiesa parrocchiale di Villafalletto e martedì 5 gennaio alle 19 nella chiesa di Termine, mentre la Trigesima si svolgerà sabato 30 Gennaio, alle 9.30 nella parrocchiale di Villafalletto e alle 19 nella chiesa di Termine.

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.