Dronero: Solo 2 dei 13 proprietari hanno sgomberato l'area

Discariche: basta con le proroghe!

«Basta con le proroghe!» È la richiesta emersa dal comitato “No discariche” dopo la riunione di martedì 9 febbraio svoltasi nella sala consigliare del comune di Dronero alla presenza del sindaco Livio Acchiardi. 
Sabato 6 febbraio sono scaduti i termini dell’ordinanza di sgombero dell’area che ospita la discarica abusiva in via Senatore Lombardi. Ma si profila all’orizzonte una nuova proroga per lo sgombero dell’area che occupa una superficie di oltre 8000 metri quadri, dove sono stati rinvenuti rifiuti di varia natura all’esterno e all’interno di un ampio capannone, alcuni catalogabili come pericolosi. Ben 13 i proprietari diffidati dal comune di Dronero, il quale si era detto “pronto” ad intervenire con mezzi propri dopo lo scadere dei termini, per poi rivalersi delle spese di sgombero sostenute addebitandole direttamente ai proprietari.
«Prendiamo atto che due dei 13 proprietari delle discariche abusive, hanno provveduto a ripulire l’area in loro possesso, ma la richiesta di una nuova proroga per ulteriori 6 mesi non è accettabile – commenta Fernando Fracchia, portavoce del comitato -. Abbiamo chiesto al sindaco di adempire a quanto era stato promesso, ma si dovrà attendere se l’Arpa concederà o meno una ulteriore proroga: questo ci è stato comunicato dal sindaco. Prenderemo contatto con i responsabili di Legambiente Cuneo per fare fronte comune in questa vergognosa vicenda che, nonostante un abusivismo sotto gli occhi di tutti, continua ad andare avanti».
Il sindaco Acchiardi spiega: «La richiesta di proroga è stata motivata dalla situazione di salute di un proprietario e dall’emergenza neve, manifestando comunque la volontà di voler sgomberare. Attendiamo ora la disposizione del giudice su come procedere».
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.