Villar San Costanzo: Il sindaco Ellena critico sul nuovo bando di gestione

Riserva dei Ciciu: biglietti troppo costosi

Il sindaco di Villar San Costanzo Gianfranco Ellena non ci sta, definisce il bando pubblicato per la gestione del “Parco dei Ciciu” troppo esoso: teme che la cifra fissata per i biglietti d’ingresso (più alta rispetto al passato e prevista anche per i bambini a partire dai 7 anni di età), possa avere ripercussioni negative sul numero di visitatori e causare un calo delle presenze.
La riserva naturale dei Ciciu del Villar (i grandi massi in pietra a forma di fungo disseminati lungo l’area), è stata istituita nel 1989 e copre una superficie di 60 ettari. Il bando pubblicato dal Parco delle Alpi Marittime per la gestione degli accessi, delle aree e delle strutture della riserva naturale (di durata triennale e con importo a base di gara di 7 mila euro più Iva) indica le tariffe massime per i biglietti: non più di 2 euro per le scolaresche, non più di 3 per gruppi di almeno 20 persone e 5 euro al massimo per gli adulti.
Da 8 anni la gestione dei servizi di informazione ed accoglienza turistica era affidata alla Pro Villar... «Un volano che ha creato un aumento esponenziale delle visite: - sottolinea il sindaco Ellena - nel 2020 sono state oltre 18 mila (14 mila paganti), nonostante l’emergenza Covid; un esempio di “economia di territorio” che ha dato lavoro ad alcuni disoccupati. L’ente parco aveva incaricato due guardia parco presenti tutti i giorni, ridotti poi ad un paio di presenze l’anno ed ultimamente... non li abbiamo più visti. Ora in pratica il loro servizio lo svolge chi è in biglietteria - prosegue il sindaco Ellena - Nel 2020 le entrate hanno raggiunto 38/40 mila euro, reinvestiti poi nella gestione del parco».

L’articolo completo sul Corriere di giovedì 18 febbraio 2021


 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.