Bagnolo: Contenuto però il calo di donazioni

Fidas: un anno difficile

È stato un anno davvero particolare, il 2020, per il gruppo bagnolese dei donatori di sangue Adsp – Fidas; l’emergenza sanitaria Covid-19, da ben dieci mesi, sta impedendo l’utilizzo regolare della sede, ubicata all’interno della casa di riposo Ipab “D. Bertone” e, come in tutte le altre realtà che raccolgono sangue, ha portato anche l’introduzione dell’obbligo di prenotazione per accedere ai prelievi, questo per contingentare le presenze nei momenti di attesa.
Il bilancio delle donazioni del gruppo, sull’anno 2020, segna anche una leggera contrazione sul totale che registra 446 sacche raccolte, di cui: 398 di sangue intero, 47 di plasma e 1 di piastrine, contro le 455 del 2019; una chiusura in negativo, con 9 sacche in meno rispetto all’anno precedente.

L’articolo completo sul Corriere in edicola

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.