Saluzzo: I giorni di festa nel saluzzese, come in tutta Italia sono all’insegna delle misure più stringenti

Pasqua: restrizioni da zona rossa

Rosso su rosso: la Pasqua nel saluzzese, come del resto in tutto il Piemonte, sarà rigorosamente all’insegna delle misure più stringenti in fatto di contenimento dei contagi. 
Di fatto è la seconda Pasqua in lockdown. Il 6 è atteso un nuovo decreto che potrebbe prospettare parziali riaperture. Vietati spostamenti e uscite, consentito far visita a parenti e amici ma solo se si è al massimo in due. Come già successo a Natale il Governo consente alcuni spostamenti, portando con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali si eserciti la potestà genitoriale) e le persone con disabilità o non autosufficienti conviventi. 
Niente passaggi da una regione all’altra, nelle seconde case si può andare purché non si trovino in aree dove per effetto delle ordinanze locali è stato impedito l’accesso ai non residenti. Con un paradosso: si possono invece  fare viaggi all’estero con tampone e quarantena al rientro.
Il 7 aprile entrerà poi in vigore il nuovo Decreto che durerà fino al 30 aprile confermando le misure attuali, compresa la sospensione della fascia gialla. 
Dal 29 marzo al 2 aprile si può uscire dalla propria regione soltanto per motivi di lavoro, salute, urgenza. Si può andare nelle seconde case, ma solo il nucleo famigliare dimostrando di averne titolo prima del 14 gennaio 2021 e purché la casa non sia abitata da altri.  
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.