I ragazzi leggono di Mara Dompè

Il grande caos dei telefoni

Qualche anno fa, in un villaggio della contea inglese del Gloucestershire, si è verificata una singolare avaria: gli abitanti di Cliffords Mesne, a causa di un guasto, hanno cominciato a ricevere gli uni le telefonate degli altri in una gran confusione generale. Prendendo spunto dalla curiosa vicenda, l’autrice britannica Sally Nicholls ha scritto il buffo racconto “Il grande caos dei telefoni” dove un albero colpito da un fulmine cade sulle linee telefoniche e le guasta. Dopo un intervento di riparazione non molto accurato, i protagonisti della storia (l’iperattiva Margaret, il monellaccio Will, l’anziana Emily, la famiglia di Arthur che si è appena traferita nel villaggio, Jai e Aditi, legati da una tenera amicizia) si trovano a vivere una condizione davvero paradossale in un mondo in cui tutti sono sempre connessi e reperibili: c’è chi riceve continue telefonate dirette a tutt’altra persona e chi attende con impazienza chiamate che non possono arrivare. Unica soluzione possibile? Uscire di casa e bussare alla porta di quel vicino i cui fili telefonici si sono ingarbugliati con i nostri, ritrovando quel senso di comunità che sempre di più tendiamo a perdere. Le divertenti illustrazioni sono di Naida Mazzenga. 

Sally Nicholls,
Il grande caos
dei telefoni,
illustrazioni
di Naida Mazzenga,
Biancoenero,
8,50 euro.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.