: Molte manifestazioni online per ricordare la fine della dittatura fascista

Festa di Liberazione in digitale

Sarà una Festa di Liberazione celebrata online poiché siamo ancora in pandemia.
Praticamente tutti i Comuni si sono organizzati per proporre riflessioni e momenti di incontro sulla rete: a Frassino ci sarà comunque una fiaccolata, sabato sera, fino al santuario di Madonna degli Angeli per ricordare le sei persone che qui vennero uccise nel novembre del 1943.
A Rossana l’ecomuseo della Resistenza “Il Codirosso”, fondato dallo scomparso Riccardo Assom, in attesa di riaprire nella nuova sede di palazzo Garro presenta un interessante videoclip disponibile sulla sua pagina facebook, mentre il Comune di Manta propone il ricordo di una pagina di storia locale della Resistenza sulla sua pagina facebook che sarà condiviso anche dai social del Corriere di Saluzzo dalle 14 di sabato 24 aprile.
A Verzuolo sabato ci saranno dei presidi diffusi in città.  
Articolato il programma organizzato dal Comune di Saluzzo, con il Municipio di Castellar, che si apre domani, venerdì 23 aprile, con l’incontro su zoom dalle 17.30 per gli insegnanti (bibliosaluzzo@gmail.com) che inaugura il ciclo “La scuola che legge”. 
Domenica, a partire dalle 10, sulla pagina facebook del Comune saranno disponibili gli interventi di Walter Veltroni – uomo politico, regista e scrittore – e di Elly Schlein, vicepresidente della regione Emilia Romagna: ad introdurli saranno il sindaco Mauro Calderoni e il presidente dell’Anpi di Saluzzo Giorgio Rossi.
Sempre domenica sul canale youtube dell’Anpi,  dalle 17, lezione del prof. Livio Berardo “Dalla marcia di Roma all’8 settembre” con la regia di Enrico Pignatta. 
Martedì 27 aprile, alle 21 sulle pagine facebook del cinema teatro Magda Olivero e del Comune di Saluzzo, sarà proposto lo spettacolo “Per voce offesa”, a cura della compagnia “Voci Erranti”, che rende omaggio a Lidia Rolfi Beccaria, staffetta partigiana e scrittrice cui sarà intitolata la biblioteca di Saluzzo. In scena l’attrice Cristiana Soci con la voce narrante di Paola Sibille (indimenticata testimone saluzzese della Resistenza) per la regia di Silvia Venturini.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.