: La ricerca condotta nel 2020 da Caritas Saluzzo

Progetto Abitè: perchè i giovani cuneesi non trovano casa

Venerdì 9 luglio si chiude un anno di lavoro, il tentativo di approfondire le difficoltà che i giovani cuneesi incontrano per raggiungere l’indipendenza abitativa. Nonostante la pandemia, il progetto “Abité” – guidato da Caritas Saluzzo insieme all’associazione “Pro-Tetto Migranti” di Cavallermaggiore e al co-housing “Casa Santa Barbara” di Alba – ha portato avanti gli obiettivi che aveva annunciato nell’estate 2020: incontri di formazione, eventi, e soprattutto ricerca.

Le tre realtà della provincia di Cuneo che fanno parte del progetto sono composte da giovani under 30: tra queste c'è anche la “Casetta” di Saluzzo, in via Savigliano. Venerdì alle ore 18.30, in un evento online, saranno presentati i risultati della ricerca condotta nell’ultimo anno, coinvolgendo sia giovani locali sia enti pubblici e privati che si occupano del mondo delle case e dell'abitazione. La presentazione si potrà seguire in streaming dalla pagina Facebook del progetto.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.