I ragazzi leggono di Mara Dompè

Ladra di jeans

Padma, quindici anni, è una ragazza indiana timida, tranquilla, riservata. Da cinque anni vive con la famiglia in Italia, dove si è integrata bene, anche continua a essere un po’ timorosa. Per esempio ha paura di allontanarsi dalle vie del suo quartiere di periferia. A spingerla a uscire, ad aprirsi è Gemma, sua compagna di classe, completamente diversa da lei per carattere, vissuto, fisicità. E la loro diversità fisica non è un dettaglio nella storia di questa ambigua amicizia tra adolescenti, raccontata con sensibilità dalla scrittrice milanese Giuliana Facchini.
La molla dell’interesse di Gemma per Padma, infatti, sta in un paio di jeans che alla prima non vanno più e che ora mettono in risalto la figura slanciata della seconda. Un paio di jeans particolari, costosi, che la ragazza indiana non potrebbe permettersi se non li avesse ricevuti dalla parrocchia; un paio di jeans che la madre di Gemma ha regalato senza il consenso della figlia, scatenandone la rabbia. Dove Padma è dolce, buona, amabile, Gemma è calcolatrice, insincera, velenosa. Eppure, dietro l’apparente forza, Gemma è fragile, tormentata, sta stretta in ogni ruolo che le viene attribuito dagli altri e studia Padma per capire cosa non vada in se stessa. Un romanzo per adolescenti che turba e sorprende.

Giuliana Facchini, Ladra di jeans, Sinnos, 13 euro.

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.