Dronero: Andrea Romano di Cuneo e Paolo Crivellari di Bra, hanno rilevato l’azienda nell’anno del centenario

Le Falci a due ex dipendenti

Le Falci della Calvi Holding di Agrate Brianza, nell’anno del centenario dalla fondazione, è stata acquisita da due ex dipendenti, Andrea Romano, 49 anni di Cuneo, e Paolo Crivellari, 47 anni di Bra. 
Un opificio storico, con radici profonde nel territorio della valle Maira, in cui non vi è famiglia che non abbia avuto almeno un componente a lavorare: negli anni ‘80 del secolo scorso contava ben 300 addetti. Attualmente, occupa una cinquantina di dipendenti ed è specializzata in laminati per profili speciali e forgiati (settore agricoltura). 
Sia Romano che Crivellari hanno alle spalle una esperienza in Falci, il primo come responsabile di produzione dal 2005 sino al 2018, mentre Crivellari, in Falci dal 2008 al 2015, si occupava del settore commerciale. Dopo l’uscita dalle Falci, hanno maturato altre esperienze anche all’estero, sempre nel settore, poi l’acquisizione in società al 50%. 
Attualmente Andrea Romano ricopre il ruolo di rappresentante legale della Falci srl mentre Paolo Crivellari si occupa della parte commerciale. 
«Il denominatore comune – tengono a sottolineare i due imprenditori – è preservare il più possibile l’attuale produzione, sia i laminati che il forgiato, e garantire ai dipendenti il posto di lavoro, per i quali nutriamo il massimo rispetto; ne hanno passate tante, dimostrando sempre con grandi sacrifici l’eccezionale professionalità manuale e la vicinanza all’azienda. Questo per noi è una garanzia. Chiaramente, bisognerà attuare una rimodulazione riguardo la produzione, favorendo i prodotti più remunerativi. Non abbiamo un mercato di massa, l’obiettivo è curare sicuramente la qualità della quale l’azienda è riconosciuta nel mondo.  Le commesse non mancano, bisogna investire in efficienza per essere competitivi. Siamo due imprenditori che stiamo rischiando in prima persona, non abbiamo un gruppo alle spalle, di conseguenza taglieremo gli sprechi. La situazione è in equilibrio, ma andrà rafforzata ed organizzata nell’ottica di crescere ed investire».
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.