Revello: Col ribasso disponibile si guarda al secondo lotto

Ex cinema: si va avanti

Ancora buone notizie dal cantiere dell’ex-cinema parrocchiale. È stata, infatti, accertata l’assenza di materiali pericolosi (amianto) sia nel sottotetto che nelle pavimentazioni.
Per cui sarà possibile procedere senza imprevisti all’asportazione di questi elementi, eliminando agevolmente i detriti, per poi procedere con l’appalto del secondo lotto di lavori.
E per questa seconda, importante, tranche di lavori è stata assicurata dalla Regione Piemonte la disponibilità per il comune revellese di poter disporre delle economie realizzate durante il primo intervento.
Primo lotto che aveva coinvolto la parte prospiciente alla strada provinciale, portando alla realizzazione di alcune sale polivalenti che andranno a beneficio delle associazioni locali, ed il “cappotto termico” alla struttura.
Un costo stimato di 700 mila euro, elargiti in parte dalla Regione e con un’anticipazione di fondi dal Bacino Imbrifero Montano del Po; sull’intervento il Comune era riuscito ad ottenere un ribasso considerevole di circa 170 mila euro. Ora questi fondi andranno a finanziare i lavori della parte retrostante dell’edificio, per ricavarne un palazzetto funzionale.
L’ex cinema parrocchiale, dopo essere stato luogo di aggregazione dei revellesi per decenni ed aver subito un progressivo abbandono negli anni Ottanta, sta per rinascere a vita nuova. Nel 2018 l’immobile era passato al patrimonio comunale dopo la donazione del fabbricato da parte della Curia saluzzese.
Il progetto di massima prevede, oltre a divenire la nuova “casa delle associazioni”, anche la realizzazione di una biblioteca e di una sala incontri. L’intero palazzetto dovrebbe poi essere intitolato al compianto parroco don Michele Lerda, colui che aveva fortemente voluto la costruzione del cinema.

 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.