:

Mai più sole

Un altro 25 novembre è arrivato ed io sono ancora qui che aspetto di vedere i risultati concreti del nostro impegno contro la violenza alle donne
Sono stanca, di dover ripetere che le donne e i bambini non devono essere toccati, insultati, abusati, minacciati, stanca di ripetere che sono stanca.
Tutta questa violenza alle donne, ricorda un po’ la mia vita. Faccio progetti e quando credo sia arrivato il momento di godere del mio tempo, arriva un dolore così grande che mi ferma, mi lascia stordita, senza fiato, con fatica cerco di riprendere per mano la vita e riparto.
Così è il ciclo della violenza, dal 1968 si parla di libertà delle donne, di aiuto, sostegno, accompagnamento, io sono mia, cortei in piazza, nuove leggi a tutela e poi, basta una bestia invisibile che ti fa tornare ai blocchi di partenza.
Sei chiusa in casa, tutto è fermo, anche una semplice telefonata diventa un problema ed ecco che le gambe tornano a tremare hai paura di esprimere un tuo pensiero, perdi il lavoro, perdi la tua libertà.
A volte basta veramente una telefonata per salvarti la vita, ma poi lo devi dimostrare, perché lui è una persona di tutto rispetto e raccontare che i bimbi si nascondono nell’armadio diventa un problema, perché possono pensare che non sei una brava madre, hai paura che li possano allontanare e ti fermi, il tempo passa e tu sei sempre più trasparente, nessuno vede la tua sofferenza, nessuno ti chiede come stai.
L’indifferenza è violenza.
Adonella Fiorito

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.