Saluzzo: Roberto Pignatta e Cristian Atzori

Vaccini: le ragioni del sì e quelle del no

L’incremento dei contagi, lo spauracchio della quarta ondata e l’accelerazione del piano vaccini alimentano sempre di più il dibattito su decisioni che, per limitare i danni della pandemia, stanno condizionando la nostra vita. 
In questo senso proponiamo una doppia intervista: entrambi sono liberi professionisti, esprimono opinioni contrapposte e spiegano il motivo delle rispettive scelte.

Il pro vax Roberto Pignatta
Roberto Pignatta, 58 anni di Saluzzo, è avvocato giuslavorista. Già consigliere, poi assessore del Comune di Saluzzo, oggi è consigliere di amministrazione della Fondazione Apm. Confida nel sapere medico scientifico e si è vaccinato anche per senso di responsabilità verso gli altri.

Il vax scettico Cristian Atzori
Cristian Atzori, 47 anni di Savigliano è designer industriale, consulente tecnico nei processi di prototipazione. 
Dal 2012 è  volontario nell’ambito dell’esercizio dei diritti umani e dal 2017 è referente regionale per l’associazione Auret (autismo, ricerca e terapie).
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.