I ragazzi leggono di Mara Dompè

Mule Boy e il Troll dal cuore strappato

Mule Boy è uno strano principe con la faccia da ippopotamo che un giorno decide di lasciare la casa paterna a cavallo di un ronzino per andare a cercare i suoi sei fratelli maggiori di cui non si hanno più notizie. 
I sei principi sono stati trasformati in pietra, insieme a sei principesse loro promesse spose, da un orribile Troll senza cuore che vive in fondo a una caverna, su una remota montagna. 
Il libro del fumettista e illustratore norvegese Øyvind Torseter racconta una storia che ha tutte le caratteristiche della fiaba nordica, ma che spiazza e sorprende per l’ironia delle soluzioni, per l’originalità della narrazione, che è in parte fumetto, in (piccola) parte testo tradizionale, in parte illustrazione, e per la varietà degli stili con cui sono realizzate le tavole, che a volte sono fitte di particolari, altre volte sembrano solo abbozzate, altre ancora diventano quasi inquietanti. 
Mentre cerca di salvare i suoi fratelli, tra una sosta in bagno, una merenda a base di zuppa di latte e un sonnellino nel sacco a pelo, Mule Boy incontra e si innamora della principessa rapita dal Troll, che con la sua intelligenza e il suo senso pratico si rivelerà un aiuto indispensabile per la riuscita dell’impresa.

Øyvind Torseter, 
Mule Boy e il Troll dal cuore strappato, Beisler Editore, 
24,00 euro.