Saluzzo: Granda Bus capace di sostenere fino all’80 per cento dei ragazzi in presenza

Bus sentinella per gli studenti

Autobus sentinella e riorganizzazione complessiva del trasporto scolastico. Sono giorni molto delicati per il consorzio Granda Bus, chiamato alla prova del rientro a scuola delle superiori. 
A più di un anno dall’inizio della pandemia, i problemi per gli alunni sembrano essere più o meno sempre gli stessi. Molte scuole superiori della nostra zona hanno proseguito come nei mesi scorsi con la rotazione delle classi, cosa che ha comportato un ricambio generale degli studenti in presenza. Cosa che ha limitato le criticità nei primi giorni di ripresa. A Saluzzo al momento il Soleri è in presenza al 75%, il Bodoni al 70% e il Denina al 72% .
«Abbiamo posto particolare attenzione ad alcune tratte che ritenevamo più critiche – dice Serena Lancione, presidente del consorzio Granda Bus -, potenziando gli autobus “sentinella”, cioè pronti a partire in ogni momento in caso di necessità». 
Dalla prossima settimana gli studenti potrebbero già rientrare fino al 70%, cosa che comporterebbe un ulteriore aggravio per il settore trasporto.
Siete pronti per far fronte ad un ulteriore aumento della didattica in presenza?
«Siamo preparati ad organizzare i trasporti  per una quota che superi di 8-10 punti percentuali il 70% di didattica in presenza, andando a monitorare giornalmente le linee con più studenti al fine da intervenire puntualmente, riadattando l’offerta dei servizi, laddove le provenienze dei ragazzi si concentrassero su alcune direttrici non omogenee. 
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.