:

Come in un film

Tutto comincia con un piccolo incidente: un vetro infranto da una palla rossa. Intenzionata a recuperare il suo gioco, per nulla turbata dal danno imprevisto ma anzi curiosa e pronta all’avventura, una bambina di nome Nina. Se la palla rossa corre, rotola, rimbalza, fugge, Nina non è da meno, e non si tira indietro quando si tratta di lanciarsi in un allegro viaggio nell’immaginario cinematografico. È come se stesse girovagando tra i set di Cinecittà: gli incontri sono innumerevoli, tutti magici e avvolti di mistero. Solo alla fine (come in un film nei titoli di coda) riusciamo a identificare con certezza i personaggi apparsi sulla scena: nel centenario della sua nascita, il tipo lungo lungo, secco secco, con una sciarpa rossa e un cappello, è Federico Fellini. Ma ad ogni angolo spunta una nuova icona: c’è Russell Crowe, con sandali e spada, c’è Clint Eastwood in sella al suo cavallo e con un cappello da cowboy, ci sono Roberto Benigni e Massimo Troisi, anche loro impegnati a giocare a palla in “Non ci resta che piangere”, ci sono dive come Sophia Loren, Amanda Sandrelli, Anna Magnani. Un albo che è un omaggio alla magia del cinema e al potere evocativo di tutti i suoi protagonisti.

Luisa Mattia, 
Come in un film, 
illustrazioni 
di Daniela Tieni, 
Lapis Edizioni, 
14,50 euro.
 

Questo sito utilizza cookies per offrirti un'esperienza di navigazione migliore. Continuando la navigazione nel sito autorizzi l’uso dei cookies. Maggiori informazioni.